Lost in Strokes

 29,00

Luca Barcellona è un calligrafo noto a livello internazionale, che siamo abituati a conoscere per il suo linguaggio immediato, fatto di lettere sinuose che riportano l’arte calligrafica nella contemporaneità. Lost in Strokes è una pubblicazione sull’attuale lavoro dell’artista, che però si differenzia dal ‘mondo Barcellona’ che tutti conosciamo.

Il libro parla un linguaggio inedito, al limite tra scrittura asemica e pittura, che fotografa l’evoluzione espressiva, stilistica ed emotiva di Barcellona e il suo lavoro degli ultimissimi tempi, dimostrando ancora una volta come per l’autore la scrittura rappresenti un atto denso, meditativo, sicuramente artistico. Le lettere per la prima volta si trasformano in panorami urbani che creano nuovi alfabeti pittorici, gli skyline partono dai caratteri, si alimentano di scrittura, ma ne prendono anche le distanze per trasformarsi in qualcosa d’altro, ben più complesso, come a  riassumere  il percorso fatto dall’artista fino ad ora.

Di certo «usare la scrittura, fare la scrittura e superare in parte la scrittura stessa è questione urgente nel nostro contemporaneo» (Fabiola Naldi), e ancora una volta Luca Barcellona si posiziona come uno degli artisti più interessanti nel panorama internazionale della calligrafia, che anzi ogni volta sembra spingere un po’ più avanti il confine della disciplina, sconfinando, attraverso una metamorfosi espressiva, nell’arte contemporanea.

NOTA PER I COLLEZIONISTI
In autunno verrà realizzata un’edizione limitata in cofanetto, che conterrà, oltre al volume, un poster e il vinile con la colonna sonora di Dj Craim rieditata appositamente.

Testi di Fabiola Naldi e Luca Barcellona
Colonna sonora di Dj Craim
Book design di Bunker

21 × 28 cm
48 pagine
Gloo binding
Italiano
Isbn 978-88-98030-46-0
Disponibile dal 14 febbraio 2022

Descrizione

Ti potrebbe interessare…

  • TYPS16_03
     45,00

    «La scrittura diventa arte e le singole lettere prendono vita propria».
    La Repubblica

    La prima monografia pubblicata sull’artista è ora disponibile in una nuova edizione softcover di dimensioni maggiori. Il libro presenta centinaia di disegni tra cui lavori commissionati, progetti personali, performance e molti lavori mai visti prima. Barcellona è considerato a livello internazionale uno dei più importanti artisti di lettering che lavorano oggi. Ideale per calligrafi, grafici, type designer, art director, professionisti della pubblicità, illustratori e studenti.

    Per Luca Barcellona le lettere sono i mattoni delle sue creazioni. Dal carolingio ai tag, dalla penna d’oca alla bomboletta spray, Barcellona porta l’antico mestiere del lettering a nuove altezze con l’inventiva e il talento di un virtuoso contemporaneo. Le sue forme e composizioni sorprendenti, espressive e originali si aprono su un territorio inesplorato, ponendo le basi di un nuovo stile di scrittura. Il lavoro versatile di Barcellona è ammirato e commissionato da grandi marchi nel mondo della moda, della musica, del cinema e dell’editoria.

    Con contributi di: Charles ‘Chaz’ Bojórquez, leggendario artista urbano di Los Angeles, ha iniziato la sua carriera nella scena chicana della fine degli anni ’60 e nel corso degli anni è passato con successo dalla strada alla galleria d’arte; Giovanni De Faccio, calligrafo professionista, designer di caratteri tipografici (il suo più noto è Rialto DF), e membro fondatore dell’Associazione Calligrafica Italiana. È rinomato a livello internazionale per il suo insegnamento e la sua dedizione alla promozione della calligrafia. Insegna calligrafia e type design alla New Design University di St. Pölten, Austria; Nicola ‘Dee Mo’ Peressoni ha debuttato alla fine degli anni Ottanta come illustratore di copertine, poster e fanzine dell’hardcore punk europeo e ha continuato a lavorare nell’hip hop, diventando una figura pionieristica dei graffiti e del rap italiano. I suoi scritti sono stati pubblicati su «Max», «Rumore» e «Rolling Stone».

    Testi di Luca Barcellona, Giovanni De Faccio e Nicola ‘Dee Mo’ Peressoni
    Intervista di Chaz Bojórquez
    Book design originale di Pitis
    Edizione paperback con layout rivisto da Bunker

    23 × 33 cm
    240 pagine
    Oltre 400 illustrazioni a colori
    Brossura
    Edizione inglese/italiano
    Isbn 978-88-98030-02-6
    Prima edizione marzo 2016

  •  48,00

    1963. Gusmano Cesaretti, 19 anni, una passione per il ‘sogno americano’, una macchina fotografica e un biglietto di sola andata per New York. Nasce così l’incredibile storia di The Picture Man, colui che dalla provincia di Lucca, senza parlare inglese, sbarca negli Stati Uniti diventando l’occhio forse più autorevole e diretto delle subculture americane.

    Prima a Chicago, poi a Los Angeles, Gusmano e la sua macchina fotografica sono un tutt’uno, il suo occhio documenta di prima mano le sottoculture urbane dell’epoca: il jazz metropolitano, la beat generation, la East L.A. dei Chicanos, le esperienze mistiche messicane. Si trova nel posto giusto al momento giusto, testimone oculare diretto e attendibile, con il suo stile crudo, istintivo, vibrante e autentico della cosiddetta street photography, contribuendo alla genesi dell’immaginario collettivo occidentale. In seguito lavora, come direttore della fotografia e come consulente per l’immagine, a fianco di alcuni tra i più influenti registi del cinema americano di fine secolo, come Michael Mann, Tony Scott e Marc Forster.

    È una vita ‘a film’ quella di Gusmano, ripercorsa in questo libro grazie all’intervista realizzata nel 2018 dal giovane fotografo e direttore creativo Stefano Lemon, che ne delinea l’esperienza umana e la carriera artistica. 168 pagine e 85 fotografie, in buona parte mai pubblicate, raccontano le tappe di uno straordinario percorso iniziato oltre cinquant’anni prima, dando vita a una sorta di magico passaggio di testimone.

    Fotografie di Gusmano Cesaretti
    Prefazione di Jeffrey Deitch, Chaz Bojorquez
    Testi di Stefano Lemon
    Calligrafia di Luca Barcellona
    Book design di Bunker

    17 × 25 cm
    168 pagine
    Brossura alla svizzera
    Inglese/Italiano

    Isbn 978-88-98030-38-5
    Prima edizione novembre 2021

  • TYPS_04
     500,00

    «Luca Barcellona abbatte i confini quando fonde la sua sensibilità di strada con una raffinata calligrafia».
    — Letter Arts Review

    Per Luca Barcellona, grafico e calligrafo italiano, le lettere sono i mattoni delle sue creazioni. Dal carolingio alle tag, dalla penna d’oca alla bomboletta spray, Barcellona porta l’antico mestiere del lettering a nuove altezze con l’inventiva e il talento di un virtuoso contemporaneo. Le sue forme e composizioni sorprendenti, espressive e originali si aprono su un territorio inesplorato, gettando le basi di un nuovo stile di scrittura.

    Take Your Pleasure Seriously (una citazione dei designer Charles e Ray Eames) funge da leitmotiv per Barcellona che ha trasformato la sua passione in uno stile di vita, prima come artista di graffiti e poi come calligrafo professionista. La sua produzione abbraccia un ampio spettro, dalla riproduzione di un mappamondo del 1569 a brand identity, copertine di libri, campagne pubblicitarie e performance.

    Questo libro splendidamente progettato presenta centinaia di disegni realizzati nell’ultimo decennio, tra cui lavori commissionati (Carhartt, Dolce&Gabbana, Nike, Red Bull, Universal, ecc.), progetti personali, performance e molti lavori mai visti prima. Il libro affascinerà e ispirerà chiunque lavori con le lettere o sia interessato al loro aspetto.

    Con contributi di: Charles ‘Chaz’ Bojórquez, leggendario artista urbano di Los Angeles, ha iniziato la sua carriera nella scena chicana della fine degli anni ’60 e nel corso degli anni è passato con successo dalla strada alla galleria d’arte; Giovanni De Faccio, calligrafo professionista, designer di caratteri tipografici (il suo più noto è Rialto DF), e membro fondatore dell’Associazione Calligrafica Italiana. È rinomato a livello internazionale per il suo insegnamento e la sua dedizione alla promozione della calligrafia. Insegna calligrafia e type design alla New Design University di St. Pölten, Austria; Nicola ‘Dee Mo’ Peressoni ha debuttato alla fine degli anni Ottanta come illustratore di copertine, poster e fanzine dell’hardcore punk europeo e ha continuato a lavorare nell’hip hop, diventando una figura pionieristica dei graffiti e del rap italiano. I suoi scritti sono stati pubblicati su «Max», «Rumore» e «Rolling Stone».

    Testi di Luca Barcellona, Giovanni De Faccio e Nicola ‘Dee Mo’ Peressoni
    Intervista di Chaz Bojórquez
    Book design di Pitis

    19 × 27 cm
    224 + 32 pagine
    Oltre 400 illustrazioni a colori
    Cartonato telato con sovracoperta/poster
    Edizione inglese/italiano
    Isbn 978-88-98030-00-2
    Prima edizione novembre 2012

    Edizione limitata a 50 copie per collezionisti
    Ciascun libro è numerato, firmato e personalizzato dall’autore
    Include un artwork originale dell’artista, su carta di cotone 16 × 18 cm
    Il volume è inserito in un elegante cofanetto in tela con titolo in serigrafia

  •  48,00 130,00

    Claudio Rocha e Tony de Marco hanno fondato la rivista Tupigrafia all’inizio del millennio a San Paolo e da allora non hanno mai smesso di lavorarci. Sono designer editoriali e da sempre punto di riferimento per artisti visivi, comunicatori, ricercatori, insegnanti, calligrafi, street writer e tipografi in Brasile. Hanno creato Tupigrafia perché volevano divertirsi con le forme delle lettere e rimanere in contatto con lettori che la pensano come loro, scambiando idee ed esperienze sulla scena tipografica. La loro rivista sorprendente e non convenzionale ha sempre riflettuto lo stato delle arti tipografiche e del lettering in Brasile e nel mondo. 

    Ora, dopo più di vent’anni e 13 numeri disponibili solo in lingua portoghese e quasi tutti fuori catalogo, i maestri di Tupigrafia, Rocha e De Marco, lanciano la prima antologia in inglese della rivista originale. Un potente e colorato volume di 208 pagine che presenta i vibranti contenuti di Tupigrafia per un pubblico internazionale di appassionati di lettering e caratteri tipografici. 

    Questa imprevedibile e imperdibile antologia presenterà alcuni dei temi più inventivi e innovativi di Tupigrafia come, tra gli altri, i pittori di insegne conosciuti come ‘abridores de letras’, che lavorano sulle barche dell’Amazzonia; i francobolli olandesi creati da Gerrit Noordzij, Wim Crouwel, Joost Swarte e altri; i dipinti murali di Fefê Talavera per la ‘giungla di cemento’ di San Paolo; i bizzarri caratteri in legno della Tipoteca Italiana e anche la tipografia nascosta di una collezione di matite.

    Edizione speciale limitata a 50 copie per collezionisti
    Sovraccoperta/poster 60 × 40 cm con alfabeto di Luca Barcellona
    Cofanetto in tela con stampa a caldo

    Design e curatela di Claudio Rocha e Tony de Marco
    Titolo in copertina di Luca Barcellona

    15,5 × 22,5 cm
    208 pagine con inserto in letterpress
    Cartonato
    Isbn 978-88-98030-41-5
    Prima edizione settembre 2021

Lost in Strokes

 29,00