58.00

Hermann Zapf Dalla calligrafia alla fotocomposizione

58.00

Il catalogo The Printing Office si arricchisce di un nuovo straordinario titolo, divenuto ormai un cult per gli appassionati di tipografia.

Se oggi nel settore grafico esistono caratteri come Optima, Palatino, Melior, lo dobbiamo al loro creatore, Hermann Zapf. Questo primo libro di Zapf pubblicato in Italia da Edizioni Valdonega nel 1991, con prefazione di Bruno Munari, ha lo scopo di far conoscere un personaggio noto in tutto il mondo per i suoi caratteri e le sue capacità straordinarie nel campo della calligrafia e della grafica editoriale.

Oltre 300 illustrazioni sono distribuite nel volume suddiviso in due parti. La prima è costituita da 144 pagine di tavole, stampate in varie scale cromatiche, le quali rappresentano significativamente l’opera di Zapf. Nella seconda, i numerosi testi biografici servono a ripercorrere le varie fasi dei suoi studi sulla calligrafia e sul disegno dei caratteri, e a descrivere le sue più recenti ricerche nel settore della digitalizzazione.

Il volume è indirizzato agli appassionati di tipografia, lettering e calligrafia.

Testi di / Texts by Hermann Zapf
Prefazione di / Preface by Bruno Munari

20,5 × 30 cm
280 pagine
Oltre 300 illustrazioni / Over 300 illustrations
Cartonato in tela con sovracoperta e astuccio
/ Clothbound with jacket and book case
Edizione italiana / Italian Edition

In the Press

Authors

Hermann Zapf

Hermann Zapf (1918-2015) è considerato uno dei più vivaci ideatori di caratteri e alfabeti per la composizione a caldo, la fotocomposizione e i sistemi digitalizzati. Nato in Germania, nonostante il burrascoso clima politico che caratterizzò la sua gioventù, ricoprì molte figure durante la sua carriera, le quali contribuirono a distinguerlo come calligrafo, tipografo e, successivamente, docente. Per molti anni insegnò lettering e grafica tipografica nel suo paese e negli Stati Uniti. Tra gli anni ’40 e ’50 disegnò alcuni tra i più utilizzati caratteri tipografici. Nel ’76 fondò, assieme a Herb Lubalin e Aaron Burns, un’azienda per lo sviluppo di un software per la tipografia, continuando la sua ricerca e progettazione di caratteri. Scompare serenamente nel 2015 nella sua casa di Dortmund, trasmettendo un’eredità di elevato valore culturale ai suoi numerosi allievi sparsi per il mondo, i quali non possono che arricchirsi grazie a ciò che il lavoro di Zapf continua a rappresentare.