Spedizione gratuita in Italia per ordini sopra i 25€

Lazy Blog

Alle valli e alle sue genti

Le Valli del Natisone sono un lembo increspato di terra che unisce la zona orientale del Friuli Venezia Giulia alla Slovenia. In questi luoghi di confine l’isolamento trova risonanza in una vibrazione comune con la natura: un accordo modulato in precaria dissonanza tra immutabilità e desiderio di riappropriazione.

The Picture Man

È un’esistenza ricca di colpi di scena quella di Gusmano Cesaretti, celebre fotografo italiano naturalizzato statunitense. Vogliamo ripercorrerne una breve parte tramite l’intervista realizzata nel 2018 dal fotografo e direttore creativo Stefano Lemon.

La linea come metafora della vita

Approfittando della nostra riedizione di «Linea», delizioso libro tipografico per bambini originariamente pubblicato nel 1999, lo studioso e tipografo Alessandro Corubolo omaggia la figura di Alessandro Zanella, straordinario private printer, editore, artista e amico veronese.

Il manuale del Billboard Liberation Front

Il Billboard Liberation Front, fondato da Jack Napier e Irving Glikk nel 1977, si dedicò all’alterazione di cartelloni pubblicitari di grandi dimensioni, in particolare quelli di importanti marchi come McDonald e Apple, stravolgendone il messaggio con modifiche al testo o all’immagine, come forma di presa di possesso di spazi dominati dalla comunicazione commerciale.

Il manichino che ci guarda

Alcune riflessioni del filosofo Andrea Pinotti, contenute nel libro «I ragazzi del bazar di Kashan» di Guido Scarabottolo. Il volume raccoglie una serie di trentotto fotografie, scattate durante un viaggio alla scoperta dell’Iran.

Rendere visibile l’invisibile

Un estratto dalla postfazione all’ultima fatica del celebre fotografo modenese Franco Fontana, «Invisibile», a cura di Lorenzo Respi. In sessant’anni di carriera Fontana ha fotografato ciò che non si vede, riuscendo a fissare attraverso l’inquadratura un’immagine ‘altra’ che si astrae dalla realtà, libera dal soggetto ritratto.

Il lettering nel cinema

Il cinema italiano degli anni ‘60 e ‘70 in particolare, ha avuto pittori di cartelloni che hanno realizzato incredibili capolavori, spesso entrati nell’immaginario collettivo.
Luca Barcellona narra la propria esperienza di collezionista di locandine e analizza gli stili dilettering più utilizzati da pittori come Sandro Symeoni o Enrico De Seta.

Intervista a Lorenzo Mattotti

L’intervista che Il 16 ottobre 2020 Lorenzo Mattotti ha rilasciato per Artribune, rispondendo alle domande di Elena Arzani. L’occasione era la recente inaugurazione della mostra «Patagonia», curata da Melania Gazzotti, che si è tenuta presso il centro culturale Mutty dal 4 ottobre al 5 novembre 2020.

Ljubov’ Popova – Il fotomontaggio

Ljubov’ Popova, figura di spicco del costruttivismo russo e docente al Vchutemas, fu attiva in diversi campi del progetto, dalla comunicazione visiva al disegno di tessuti alla scenografia, sempre in chiave rivoluzionaria.

La seconda tappa di Armando

Alcune considerazioni di Mario Piazza nell’introduzione all’ultimo volume di Armando Milani, Incontri, dove il celebre designer colleziona cento aneddoti che hanno segnato il proprio percorso creativo.

«Skid Row». Oltre l’urban chic

Possiamo considerare le fotografie di Traub come un contrappunto alle onnipresenti  e stereotipate raffigurazioni della vita urbana di New York: pedoni a Times Square o folle di pendolari nella Great Hall della Grand Central Station.

In ricordo di Gerrit Noordzij (1931–2022)

Si è spento esattamente un anno fa all’età di 90 anni Gerrit Noordzij (1931–2022), una figura di assoluto rilievo nel mondo della grafica olandese, ancora poco nota nel nostro paese nonostante la traduzione del suo testo fondamentale, Il tratto: Teoria della scrittura.

James Clough: Insegne italiane/ 3

Scoprire esempi di lettere in stile Liberty come queste sull’ex centrale idroelettrica Generale Fiori di Sarzana è un piacere, data la relativa rarità delle insegne originali di questo tipo.

Le lettere di Alfazoo

Design come invenzione

Alfredo de Santis (1941-1998) ha definito un linguaggio grafico del tutto personale, caratterizzato da una continua commistione con il cinema, la pittura, il disegno, creando una grafica con forte valenza pittorica.

MERCERIE

James Clough: Insegne italiane/ 2

Con la scomparsa (o quasi) di molti mestieri artistici è naturale che si torni ad apprezzare ciò che è stato realizzato a mano ed è sopravvissuto fino a oggi.

Insegna a Modena: "Caffè"

James Clough: Insegne italiane/ 1

La parola “Caffè” è sufficiente per poter apprezzare l’andatura allegra e accattivante di quel corsivo, che rimane uguale anche per la parola che manca, “Torrefazione”.

Jörg Müller in dialogo con Giulia Mirandola

Jörg Müller racconta come è nata l’idea del libro «Dove c’era un prato», attraverso un’intervista inedita a Giulia Mirandola.