Spedizione gratuita in Italia per ordini sopra i 25€

Alle valli e alle sue genti

Questo breve testo di Federico Galvani è contenuto nel libro fotografico Ramonika, di Valentina Iaccarino e Pietro Peressutti, che nel 2023 ha vinto il premio Bastianelli come opera autoprodotta. Le immagini del volume procedono con ritmo cadenzato e sono intervallate dal testo, una metafora del respiro della fisarmonica, appunto Ramonika in dialetto benecjano.

Le Valli del Natisone sono un lembo increspato di terra che unisce la zona orientale del Friuli Venezia Giulia alla Slovenia. In questi luoghi di confine l’isolamento trova risonanza in una vibrazione comune con la natura: un accordo modulato in precaria dissonanza tra immutabilità e desiderio di riappropriazione. Eppure, quello che prevale in chi ancora abita queste valli, è il senso di appartenenza, spesso intimo, sotterraneo e silenzioso. Storie, culture e tradizioni molteplici si rivelano nelle diverse facce di questi luoghi. Tutto sembra scorrere lontano per poi ritornare attraverso persone, animali, case e paesaggi, come in un unico grande respiro, come l’aprirsi e il chiudersi di una ramonika (fisarmonica, in dialetto benecjano).

È noto a tutti che sopra quelle terre, tra i torrenti e le grotte nascoste, tra i boschi e i frutteti dove corrono i sentieri della salamandra e del cervo, tra l’erba alta e i rovi che stringono con le loro spine i germogli del tiglio, si nascondono ancora delle creature dai piedi ritorti, capaci d’insegnare a uomini e donne gli antichi mestieri. Tacciono da tempo. Non si sa da quando.

Tacquero quando le artiglierie austriache dilagarono tra quei monti fino ai lontani fiumi dai nomi italiani che scorrevano al di là delle grandi città e fecero ritorno, infangando gli scarponi lungo le stesse strade, coi ghigni lividi della sconfitta.

Tacquero quando il sangue fu versato, sotto le fronde dei castagni, da giovani simili con uniformi diverse, conficcando le loro idee come picchetti d’acciaio, per segnare un confine profondo tra quelle differenze così tanto gridate.

E ancora tacquero, quando le ruote dei carri solcarono la via lungo le ripide mulattiere di ghiaia, portando lontano genti e masserizie che nessuno più vide sul cammino del ritorno. Tacquero a lungo, ma alcuni dicono che ci siano ancora.


Dicono di averle sentite accompagnare con stridule voci il respiro delle fisarmoniche, unendosi ai cori sempre più rari, che salgono dalle gole come i vapori del vino. Giurano di averle viste muovere i piedi ritorti in veloci passi di danza nelle feste che rallegrano i borghi.


Altri ancora dicono di vederle sulle vette più alte, nei rari residui di prato, guardare lontano usando quei gesti rituali che si ripetono per fare tornare qualcuno, o starsene meste sui cigli dei cimiteri, mormorando con lunghe litanie i nomi dei morti.


Usano una lingua slovena remota, che ancora alcuni rifiutano di chiamare col suo vero nome. Una lingua che racchiude le voragini dei popoli che da lì passarono per abitare i quattro assi del mondo. Una lingua delicata come la pietra a cui pochi saprebbero rispondere. Alcuni dicono che saranno ancora loro, a insegnare tutto ciò che si è dimenticato, quando gli ultimi lembi della modernità si ritireranno per sempre da quelle terre senza aver mantenuto le loro promesse.

Allora ricollocheranno l’uomo al suo posto, animale tra i tanti, aggiogato una volta in più dal crudo abbraccio della natura. Ma questo avverrà, forse, in un altro domani. Per ora tacciono le krivapete dai piedi ritorti. Tra la polvere e l’umidità delle foglie. Stanno nascoste e attendono, come gli abitanti di quelle Valli, che qualcos’altro, un’altra volta, accada.

Valentina Iaccarino è una fotografa italiana. Qui la sua Bio
Pietro Peressutti è un fotografo italiano. Qui la sua Bio.

Federico Galvani è un musicista friulano polistrumentista che vive nelle valli del Natisone, un tempo leader della formazione musicale Arbe Garbe. Oggi insegna e compone ancora musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *